IL SINDACO RANALLI A NERVESA DELLA BATTAGLIA

E’ stata la prima uscita ufficiale fuori città per il neo eletto primo cittadino

Domenica 15 giugno è ricorso il 96esimo anniversario della morte di Francesco Baracca. Per l’occasione, una delegazione lughese è partita da Lugo in pullman alla volta di Nervesa della Battaglia, in provincia di Treviso, luogo nel quale l’aviatore fu abbattuto.
Presente anche il sindaco Davide Ranalli, alla sua prima uscita ufficiale fuori da Lugo nelle vesti di primo cittadino, nonché alla sua prima visita a una città gemella. La spedizione a Nervesa è organizzata ininterrottamente da 46 anni da Paolo Camorani e questa è la prima volta che un sindaco di Lugo utilizza l’autobus per recarsi alla cerimonia.
Domenica erano inoltre presenti Mauro Antonellini, presidente della associazione Squadriglia Grifo, Fabrizio Lolli, presidente della associazione gemellaggi “Adriano Guerrini”, il Moto club e il suo presidente Giovanni Tampieri, l’avvocato Giovanni Baracca, in rappresentanza della famiglia e dell’avio club di Lugo.
“Per me è una grande emozione iniziare la mia attività pubblica da sindaco proprio con gli amici di Nervesa della Battaglia – ha dichiarato Ranalli -, da sempre attenti custodi della memoria dell’asso lughese. Questa cerimonia rientra a pieno diritto negli appuntamenti per la commemorazione del centenario della Prima Guerra Mondiale, che ci vedrà impegnati fino al 2018, con vari eventi, al fianco di altri enti e istituzioni regionali e nazionali. Crediamo infatti che il modo migliore per tenere viva la memoria non stia solo nelle parole, per quanto importanti, ma soprattutto nelle azioni. I molteplici progetti nei quali siamo impegnati, tra cui il restauro in corso del museo Baracca, che riaprirà il 4 maggio dell’anno prossimo con un nuovo e più moderno allestimento, ne vedono uno che accumuna Lugo a Nervesa ed è il progetto europeo ALISTO, vale a dire ali sulla storia: due simulatori di volo, uno a Nervesa e uno a Lugo, permetteranno a tutti di volare virtualmente sui campi di battaglia della Grande Guerra. Questo è il contributo che, insieme agli amici di Nervesa, potremo dare al ricordo e alla ricostruzione di una pagina di storia che ha segnato la modernità”.

Le foto:

https://plus.google.com/photos/108307457360107587732/albums/6025272368027951905

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 − 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.