Un convegno sulla libertà religiosa – giovedì 24 ottobre 2013

Al teatro Rossini una iniziativa per celebrare la XII Giornata del dialogo cristiano-islamico.

Il Comune di Lugo, in collaborazione con il Tavolo dei volontari per l’inte(g)razione culturale, presenta il convegno “Libertà religiosa base della convivenza civile”, che si terrà giovedì 24 ottobre al teatro Rossini a partire dalle 9.15. L’iniziativa rientra nell’ambito della XII Giornata del dialogo cristiano-islamico, che sarà celebrata domenica 27 ottobre con iniziative in tutta Italia.

La Giornata ecumenica del dialogo cristiano-islamico fu istituita nel 2001 da Giovanni Paolo II per essere ricordata ogni anno il 27 ottobre. Questa edizione ha messo a tema la riflessione “Libertà religiosa base della convivenza civile: un unico Dio, una sola umanità, diritti umani per tutti e tutte”; proprio questo è il titolo del convegno che il Tavolo dei volontari del l’inte(g)razione culturale ha voluto proporre quale spunto di riflessione alla comunità di Lugo dopo i successi delle passate edizioni.

“Ci aspettiamo molto da questo convegno – ha dichiarato Ombretta Toschi, assessore alle Politiche per l’integrazione del Comune di Lugo -. Il Tavolo ha lavorato intensamente per creare una sinergia di contenuti che ancora una volta possa catalizzare l’attenzione ed essere sviluppata insieme ai giovani, che negli scorsi appuntamenti hanno contribuito decisamente alla costruzione del dibattito, e l’altissimo profilo dei relatori di questa edizione è in tal senso una garanzia. L’esperienza di questi anni ci ha insegnato che il lavoro culturale  è parte integrante delle fondamenta della solidità di una comunità e con questo convegno desideriamo tessere un altro pezzo di tela, quella tela che garantisce libertà e conforto, ma ancor più crescita ed evoluzione, radici indispensabili per una comunità che pensa e si rinnova”.

Il convegno sarà aperto da Orietta Ortu e Mohamed Mohatet, una giovane coppia di sposi, lei cristiana laureata in teologia, lui musulmano mediatore culturale, autori di un libro dal titolo “Parto da me per camminare con te” (2013), che racconta l’esperienza in quanto coppia cristiano-musulmana.

Interverranno nella discussione Sergio Manghi, docente di sociologia dei processi culturali e comunicativi dell’università di Parma che parlerà di quale rapporto sia possibile tra la libertà e il sacro nel tempo della società globalizzata. Per la parte musulmana interverrà Marisa Iannucci, ricercatrice e studiosa delle civiltà del Mediterraneo ed Eurasia, che tratterà l’essere musulmani in Italia, e infine Marco Dal Corso, teologo cattolico, docente presso l’Istituto Studi ecumenici San Bernardino di Venezia, che parlerà di come promuovere la libertà in una dimensione pluralista. Parteciperanno all’incontro anche gli studenti delle scuole superiori lughesi, che dialogheranno con i relatori.

La giornata sarà aperta dal saluto del sindaco di Lugo Raffaele Cortesi e da una introduzione dell’assessore Ombretta Toschi. Le conclusioni saranno invece affidate al presidente della Provincia di Ravenna Claudio Casadio.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Lugo in collaborazione con il Tavolo dei volontari per l’inte(g)razione culturale.

Il Tavolo dei volontari per l’inte(g)razione culturale è composto dal Comune di Lugo, dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, da Avis e Aido, dall’associazione Gemellaggi “Adriano Guerrini”, l’associazione di volontariato onlus Life, l’associazione Arcobaleno, la Comunità islamica di Lugo, Casa dei Popoli, l’associazione multiculturale Iride e da privati cittadini che sentono questa vocazione. Opera a Lugo da più di tre anni lavorando affinché siano eliminate tutte quelle barriere e retaggi intrinsechi che si frappongono tra la completa integrazione di tutti i cittadini lughesi, sia che essi siano nativi, sia che provengano da altri paesi del mondo.

www.facebook.com/tavolo.integrazione.lugo

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.