IL GEMELLAGGIO è VIVO

articolo sulla stampa a Kulmbach

Traduzione articolo di giornale del 9 aprile 2024
L’Amicizia compie 50 anni
I legami tra Kulmbach e Lugo sono stretti.

Il Gemellaggio è vivo
AMICIZIA
I rapporti tra Kulmbach e Lugo esistono da mezzo secolo.
Alla celebrazione nella Kommunbrau era presente il nipote di un partigiano.
Kulmbach.
L’amicizia italo-tedesca è viva: lo hanno confermato sei rappresentanti di Lugo che nel fine settimana sono venuti a Kulmbach per festeggiare mezzo secolo di gemellaggio tra i due comuni.
Il Sindaco di Lugo Davide Ranalli non potendo essere presente, ha mandato il nipote di un partigiano: il Consigliere Comunale Andrea Valentinotti ha indossato con orgoglio la fascia verde-bianca-rossa.
“Per la nostra città di Lugo il gemellaggio, che ha avuto inizio negli anni 60 è stata una reazione agli anni di oppressione, ha spiegato Valentinotti.
Per oppressione intendeva esplicitamente il regime fascista.
Valentinotti ha mosso critica aperta: “Il regime fascista, come tutti i regimi totalitari e i sistemi nazionalisti di ieri e di oggi, crea in se stesso un mondo chiuso” ha spiegato e ha ricordato i combattenti della resistenza di cui aveva fatto parte suo nonno.
Impegno per la pace.
La decisione di allora di stringere un gemellaggio significava impegnarsi concretamente per la pace tra i popoli.
Oggi più che mai sappiamo quanto sia importante e prezioso questo obiettivo” così ha sottolineato Valentinotti.
E’ auspicabile e importante lo scambio di culture.
Per questo motivo la continuazione del gemellaggio tra Lugo e Kulmbach comporta anche la ferma convinzione che l’amicizia e lo scambio culturale tra i popoli sia l’unica vera via per un’Europa di pace.
Il sindaco Ingo Lehmann (SPD) ha citato la stella del calcio Franz Beckenbauer con la leggendaria canzone “I buoni amici non li separa nessuno” e ha accolto gli amici italiani con un buffet a base di specialità dell’Alta Franconia.
Nuovo capitolo del gemellaggio
“Era il 21 Febbraio 1974: quel giorno insieme abbiamo aperto un nuovo capitolo dell’amicizia italo-tedesca.
Il nostro sindaco Dr. Erich Stammberger e il vostro sindaco Adriano Guerrini, con le loro firme, hanno posto la prima robusta e irremovibile pietra di un’ amicizia che dura interrottamente da cinquant’anni” ha spiegato il sindaco di Kulmbach.
Ma i primi passi furono mossi già negli anni 60, ossia 15 anni dopo la fine della seconda guerra mondiale.
Hans Dieter Herold era presente
Originariamente nell’estate del 1960 l’associazione giovanile cittadina e provinciale
partì con due gruppi di giovani per l Italia con lo scopo di dare degna sepoltura alle vittime della guerra.
Hans Dieter Herold ricorda ancora chiaramente quel viaggio.
Quando i giovani di Kulmbach arrivarono in Italia furono colti dal maltempo: forte pioggia, grandine e allagamenti.
I tedeschi e gli italiani, giovani e anziani affrontarono insieme la situazione – furono così poste le basi per un amicizia profonda, riferisce Hans Dieter Herold.
E nel 1974 venne sottoscritto ufficialmente il gemellaggio.
Anche diversi ospiti presenti alla celebrazione hanno ricordi personali:
Horst Degelmann è stato diverse volte a Lugo con l’orchestra da camera di Kulmbach,
nel 1983,1988 e 1994.
Degelmann ha ricordato: “i concerti nell’incantevole teatro di Lugo sono stati stupendi. Abbiamo suonato e festeggiato assieme”.
Ricordi personali li ha anche Hellmut Breitenfelder.
Nel 1999 si è lasciato convincere da Mucki Drenske di raggiungere Lugo in bicicletta e in 5 giorni di pedalate sono arrivati a Lugo.
“Abbiamo pedalato per 975 Km.” ha ricordato Breitenfelder.
Anche la società sportiva di nuoto ATS e tanti altri Fans dell’Italia intrattengono rapporti di amicizia.
Visita della presidente dei gemellaggi
E’ venuta ai festeggiamenti anche la presidente dell’associazione gemellaggi di Lugo, Alessandra Montanari.
Tra gli abitanti di Kulmbach e Lugo c’è stato naturalmente lo scambio di doni e di ricordi. Prima del ricco buffet con specialità dell’Alta Franconia si sono ripromessi nuovi incontri. Perchè un gemellaggio vive di incontri personali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.